Gianfranco Goberti

GIANFRANCO GOBERTI

 

Nasce a Ferrara il 19 novembre 1939. Ha compiuto gli studi all’Istituto d’arte Dosso Dossi di Ferrara e all’Accademia d’Arte di Bologna. Ha insegnato e diretto l’Istituto d’Arte Dosso Dossi di Ferrara. Esordisce nel panorama artistico italiano negli anni sessanta con riferimenti a Picasso e a Bacon. La sua ricerca si collocava a metà tra nuova figurazione e espressionismo astratto. Poi inserisce i suoi personaggi in ambienti domestici, dove compaiono due elementi che ciclicamente ritornano nella sua produzione: lo specchio e la poltrona. In seguito la figura lascia spazio agli oggetti e le poltrone a righe iniziano ad inscenare con gli specchi un gioco di riflessi. È il primo periodo optical figurativo, iniziato alla fine degli anni Sessanta. Nel 1980, su segnalazione di Gillo Dorfles, viene selezionato dal Catalogo Nazionale d’Arte Bolaffi (no. 15) assieme a Giulio Paolini, Valerio Adami, Lucio Bulgarelli, Cassano e Mimmo Paladino. Sue opere sono state pubblicate in varie edizioni del Catalogo Nazionale d’Arte Moderna Bolaffi: 1972 (pag. 165), 1973 (pag. 112), 1979 (pag. 140), 1981 (pag. 133), 1982 (pag. 303). Ha partecipato alla Fiera Internazionale di Bilbao, alla Quadriennale d’Arte di Roma, Rassegna Premio S. Fedele (Milano), Arte Fiera (Bologna), Altissima (Torino), Expo Arte (Bari), ArteExpo (Barcellona), LineArt (Gand), “La Venere svelata – La Venere di Urbino di Tiziano” (Bruxelles, Palais des Beaux-Arts, 10/10/2003-11/01/2004, Festival Internazionale EUROPALIA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *